Come disdire abbonamento l'abbonamento a sky?

Come disdire abbonamento l'abbonamento a sky?

Abbonamento Sky: guida alle procedure di disdetta

Sky è una delle piattaforme televisive e multimediali più apprezzate a livello europeo. Caratterizzata da un’offerta ampia e variegata, la quale spazia dall’informazione telegiornalistica allo sport, passando al cinema, ai canali per la famiglia, ai documentari e all’intrattenimento, la piattaforma in questione mette a disposizione dei propri clienti una lunga lista di canali variabili a seconda dell’abbonamento sottoscritto in fase contrattuale. Tuttavia, può capitare che dopo un certo lasso di tempo, per questioni legate alla perdita di interesse nella visione dei servizi della televisione satellitare o per qualsiasi altro motivo personale, si abbia l’intenzione di avanzare una richiesta di disdetta dall’abbonamento. Già, ma come fare? Quali sono le varie pratiche da sottoscrivere affinché l’abbonamento venga disdetto nella maniera corretta?

Cosa fare in caso di indecisione e incertezza

Prima di passare alla delineazione delle varie procedure necessarie per portare a termine le operazioni di disdetta dall’abbonamento Sky, vale la pena specificare come, qualora si fosse del tutto sicuri di recedere dal contratto stipulato in precedenza con la piattaforma, sia possibile farsi richiamare dal servizio di assistenza apposito per poter studiare una soluzione alternativa al recesso definitivo. Spesso, infatti, è la stessa Sky a proporre nuove modalità di sottoscrizione dell’abbonamento prescelto, così da non perdere l’abbonato. In questo caso è sufficiente rilasciare alla piattaforma le proprie credenziali (nome, cognome, numero di telefono e codice fiscale) compilando il form preimpostato presente all’interno della pagina ufficiale del servizio (https://www.sky.it/assistenza/info-disdetta/sky.html). Ci penserà Sky a richiamare il cliente indeciso sulla chiusura o meno dell’abbonamento.

Le tempistiche della disdetta dall’abbonamento

Veniamo ora alle pratiche relative alla disdetta vera e propria. In primo luogo, recandosi sempre alla pagina citata in precedenza è possibile scoprire quelle che sono le tempistiche relative alla procedura di recesso dall’abbonamento. Le procedure in questione si dividono in due tipologie differenti: la prima riguarda la possibilità di avanzare la disdetta nel momento in cui si va incontro alla scadenza naturale del contratto, almeno 30 giorni prima della data specifica di rinnovo automatico (vale a dire 30 giorni prima rispetto alla data in cui l’abbonamento è stato attivato in precedenza); la seconda, invece, consente al cliente di recedere dall’abbonamento anticipando la scadenza del contratto, con il recesso che risulterà effettivo dopo 30 giorni dalla data di ricezione (da parte di Sky) della disdetta.

Le varie modalità di disdetta

Per quanto riguarda i clienti Sky via satellite, via fibra o clienti Sky Fastweb, la disdetta può essere avanzata nelle tre modalità differenti (riportate alla pagina https://www.sky.it/assistenza/disdetta-abbonamento/index.html?intcmp=infodisdetta_link_clienti_funnel): disdetta online (seguendo la procedura guidata), disdetta tramite raccomandata (scaricando il modulo apposito) e disdetta telefonica (al numero 02 917171).

Per i clienti con abbonamento Sky sul digitale terrestre e con abbonamento TIM Sky, la disdetta può essere avanzata scaricando i moduli specifici (disponibili al link https://www.sky.it/assistenza/info-disdetta/moduli.html?intcmp=infodisdetta-dtt_link_clienti_moduli) da inviare all’azienda con raccomandata e ricevuta di ritorno.

About Andrea

Sono un autore indipendente con una moltitudine di passioni. Per questo ho deciso di aprire questo sito perchè di dubbi nella vita ce ne sono troppi, ma di certezze non ce ne sono mai abbastanza. Iscrivevi alla newsletter per ricevere aggiornamenti!