Consigli per il russare ne abbiamo? Rimedi per la roncopatia!

Consigli per il russare ne abbiamo? Rimedi per la roncopatia!

Introduzione

Uno dei problemi più largamente diffusi tra la popolazione mondiale è il russamento. Ne soffrono moltissimo gli uomini sopratutto dopo i 60 anni, in percentuale inferiore ne sono colpite anche le donne, specialmente dopo la menopausa, per via dei mutamenti dei livelli ormonali.

Il dato certo è che qualche volta, il fenomeno del russare può assumere connotati più seri e trasformarsi in una vera e propria patologia chiamata ‘roncopatia’.

Si tratta di un fenomeno esteso e comune, basti pensare che in alcune ipotesi possono soffrirne anche i bambini.

Nei casi più comuni non gli si da peso e la vita procede indisturbata, laddove non si parli di una vera e propria patologia. Questo rumoroso problema molto spesso risulta fastidioso per coloro che dividono il letto con i russatori, più o meno accaniti, provocando risvolti a volte spiacevoli.

Se il malcapitato partner del russatore ha il privilegio di godere di un sonno profondo, di certo non patirà più di tanto, ma se così non fosse, allora l’inconsapevole molestia prodotta da questo effetto sonoro sincopato, potrebbe creare più di un problema; spesso chi dorme con individui che russano, lamenta la perdita di sonno o l’insonnia stessa, che potrebbero essere fonte di irrequietezza il giorno successivo.

Per evitare notti insonni, a volte si prova a svegliare i russatori al primo accenno di effetto acustico, salvo poi rendersi conto che questo tentativo non sortirà alcun effetto positivo, se non l’unica spiacevole conseguenza di svegliare entrambi.

perchè si russa?
Russare disturba chi ti sta accanto!

Perché si russa

Russare non è una condizione di normalità durante il sonno ma per fortuna le cause del russare sono ben note e studiate da decenni. Questo disturbo è dovuto principalmente ad un particolare meccanismo che si innesca quando un’ostruzione o un restringimento delle vie respiratorie superiori, a carico del naso e della faringe (perciò dette oro-faringee), costringe la lingua ad arretrare.

Questo quadro impedisce all’individuo di respirare bene, perché il flusso d’aria che entra ed esce dalla bocca (che viene per l’appunto inspirata ed espirata) genera lo sgradevole effetto sonoro, che proviene dalla vibrazione della faringe e della parte molle del palato.

Alcune posizioni assunte durante il sonno, come quella supina, possono intensificare ed agevolare il fenomeno. In situazioni di difficoltà respiratoria come quella descritta, è pressoché normale che l’individuo, seppur inconsapevolmente, aumenti la velocità e la pressione dell’aria espirata, provocando la conseguente vibrazione di cui si è detto.

Il restringimento, o comunque l’ostruzione delle vie respiratorie, può avvenire per varie ragioni, una delle più comuni è da attribuire alla deviazione del setto nasale, congenita o traumatica, ma anche alla presenza di polipi. Inoltre la causa può risiedere nelle adenoidi ipertrofiche, nel malfunzionamento dei turbinati (ossicini collocati nella fossa nasale), generato dalll’aumento di volume della mucosa che li riveste; o può dipendere da un’anomala struttura della mandibola e perfino da un gonfiore alle tonsille. Appare abbastanza evidente come lo stato generale di salute dell’individuo, sia un elemento strettamente correlato con il fenomeno del russamento.

Non contribuisce di certo a migliorare il quadro generale esposto, l’obesità, che ispessisce i tessuti per via della presenza del grasso anche nella zona oro-faringea, incidendo negativamente sul flusso dell’aria inspirata ed espirata.

Il fenomeno del russare può degenerare in una vera e propria patologia, quando assume i connotati della roncopatia.

Russamento e roncopatia

Roncopatia è un termine che identifica un russamento cronico che corrisponde ad una patologia, i cui sintomi sono ben identificati dagli specialisti. Essa si configura quando il russare cronico è discontinuo e risulta caratterizzato da una forte rumorosità, spesso è accompagnata da disturbi del sonno, con tutte le implicazioni che da ciò ne derivano, e da evidenti problematiche delle vie respiratorie.

La complicanza più grave, che di sovente si manifesta, è rappresentata dalle apnee notturne, che sono causa di disturbi sistemici anche gravi. Il motivo che sta alla base della roncopatia notturna è genericamente rintracciabile nella perdita di tono dei muscoli del palato molle e parti della gola, compresi quelli dell’ugola.

Russare e la apnea del sonno - o.s.a.s. - obstructive sleep apnea syndrome

OSAS è il termine usato per identificare una particolare e non rara complicanza, che spesso si associa al disturbo della roncopatia. Si tratta di un acronimo usato per la ‘Obstructive Sleep Apnea Syndrome’, ovvero la ‘sindrome delle apnee ostruttive nel sonno’.

Questo disturbo, il cui singolo episodio può essere più o meno prolungato, si manifesta con ripetuti episodi di completa o parziale ostruzione delle vie aeree superiori durante il sonno, motivo per il quale in corrispondenza di questo fenomeno spesso si rileva una riduzione della saturazione di ossigeno nel sangue.

Come si diceva, sono vari i motivi che generano restringimenti o ostruzioni delle vie aeree. Nei bambini le cause delle apnee notturne, solitamente risiedono nelle tonsille e nelle adenoidi che si presentano ipertrofiche.

L’OSAS è una vera e propria malattia che può, non sempre, evolvere abbastanza rapidamente, la sua rilevanza consiste nella possibilità di compromettere in maniera definitiva il corretto funzionamento delle vie respiratorie.

Come sempre, è il quadro clinico generale dell’individuo che fa la differenza e il suo stato di salute, pertanto saranno i soggetti più a rischio a risultare esposti a probabili complicazioni. Tra loro si annoverano gli obesi come prima detto, i diabetici, gli ipertesi (chi soffre di pressione alta), i cardiopatici e coloro che soffrono di disturbi neurologici e soprattutto polmonari.

Questo disturbo può generare conseguenze spiacevoli, il rischio più grande è di andare incontro ad ictus e infarti.

La OSAS potrebbe causare anche l'infarto!
La OSAS potrebbe causare anche l'infarto!

Il fatto di russare in modo cosiddetto ‘intermittente’, rappresenta frequentemente un campanellino d’allarme, perché proprio in quei frangenti privi di rumore, può manifestarsi l’apnea.

Chi soffre di apnee nel sonno ne paga le conseguenze in svariati modi, infatti solitamente i poveri malcapitati presentano quello che viene definito il tratto distintivo dell’OSAS, ovvero una forma di sonnolenza durante il giorno.

I disturbi sono comunque vari, tra essi si annoverano la classica bocca asciutta al risveglio, gli stati di frequente cefalea, di ipertensione, di ridotta capacità di concentrazione e di memoria. Sintetizzando, i disturbi elencati incidono negativamente sulla qualità della vita dell’individuo che spesso, inoltre, subirà una riduzione anche della libido.

Rimedi per il russare

Ci sono moltissimi rimedi per russare, ai quali poter ricorrere per ridurre o addirittura porre fine al disturbo del russare.

Il concetto fondamentale, che bisogna sempre tenere a mente è che lo stato di salute generale dell’individuo che russa è fondamentale, pertanto risulterà indispensabile condurre uno stile di vita sano ed equilibrato; il che comporta muoversi adeguatamente, mangiare sano e genuino, riposare nella giusta misura, limitare l’uso di alcolici e lo stress, eliminare il fumo.

Per agevolare le condizioni necessarie a contenere la roncopatia, è bene che la stanza dove si dormirà sia adeguatamente deumidificata e che presenti una temperatura compresa tra i 15° e i 20°.

Detto ciò, è possibile prendere in considerazione una serie di accorgimenti dal più semplice, al più impegnativo intervento chirurgico.

Ma c’è un rimedio molto più semplice, economico e meno invasivo

Roncoclip

Uno dei rimedi più efficaci e innovativi offerti dal mercato per smettere ridurre i problemi della roncopatia cronica è Roncoclip, un nuovo prodotto importato dall’esperienza degli Stati Uniti, dove ha riscosso un enorme successo.

Si tratta di una piccola clip realizzata in lattice di gomma, al cui interno sono collocati dei micro magneti. Questo rimedio è del tutto naturale poiché si basa sul principio della magnetoterapia, non presenta controindicazioni ed è realizzato completamente con materiale anallergico, per una tutela completa della salute.

Roncoclip sito ufficiale
Facile, indolore, efficace: Roncoclip

Il suo effetto benefico si esplica semplicemente collocando roncoclip in prossimità delle narici prima di andare a dormire, ciò sarà sufficiente per riattivare la circolazione sanguigna delle mucose, ristabilendo così le funzioni respiratorie. Saranno evitate le sgradevoli, quanto pericolose, apnee notturne.

Vuoi saperne di più? Visita il sito ufficiale!

About Andrea

Sono un autore indipendente con una moltitudine di passioni. Per questo ho deciso di aprire questo sito perchè di dubbi nella vita ce ne sono troppi, ma di certezze non ce ne sono mai abbastanza. Iscrivevi alla newsletter per ricevere aggiornamenti!